L’oggetto del bando è l’assegnazione di prestiti agevolati per progetti relativi a:

  • istituzione di una nuova unità operativa,
  • ampiamento della capacità dell’unità operativa esistente,
  • diversificazione della produzione o dei servizi nell’unità operativa in prodotti o servizi che non si sono ancora prodotti o svolti o significano un cambiamento significativo per la unità operativa già esistente.

 

Le aree oggetto del bando sono:
a) aree problematiche con un’alta percentuale di disoccupazione:

  • comuni di Maribor e dintorni (Maribor, Hoče–Slivnica, Kungota, Pesnica, Ruše, Selnica ob Dravi, Ribnica na Pohorju, Podvelka in Radlje ob Dravi),
  • comuni del Pokolpje (Črnomelj, Kočevje, Kostel, Loški Potok, Metlika, Osilnica in Semič),
  • comuni di Hrastnik, Radeče, Trbovlje,
  • comuni del Pomurje (Apače, Beltinci, Cankova, Črenšovci, Dobrovnik, Gornja Radgona, Gornji Petrovci, Grad, Hodoš, Kobilje, Križevci, Kuzma, Lendava, Ljutomer, Moravske Toplice, Murska Sobota, Odranci, Ormož, Puconci, Radenci, Razkrižje, Rogašovci, Središče ob Dravi, Sveti Jurij, Sveti Tomaž, Šalovci, Tišina, Turnišče, Velika Polana in Veržej).

b) aree problematiche limitrofi:

  • Ajdovščina, Bistrica ob Sotli, Bohinj, Bovec, Brda, Brežice, Cerkno, Cirkulane, Črna na Koroškem, Divača, Dolenjske Toplice, Dravograd, Gorje, Gornji Grad, Hrpelje - Kozina, Ilirska Bistrica, Jezersko, Kanal, Kobarid, Komen, Kostanjevica na Krki, Kozje, Kranjska Gora, Loška dolina, Lovrenc na Pohorju, Luče, Majšperk, Makole, Mežica, Miren-Kostanjevica, Muta, Pivka, Podčetrtek, Podlehnik, Postojna, Preddvor, Prevalje, Ravne na Koroškem, Renče -Vogrsko, Rogatec, Sežana, Slovenj Gradec, Solčava, Sveta Ana, Šentjernej, Šmarje pri Jelšah, Tolmin, Tržič, Videm, Vipava, Vuzenica, Zavrč e Žetale.

 

Costi ammissibili
1. Acquisto di immobili:

  • edifici con relativi terreni e locali commerciali;

 

2. Lavori edili, artigianali e di installazione per edifici nuovi o già esistenti, il che include:

  • lavori preparatori su terreni e edifici, demolizioni, ostruzioni, lavori artigianali e simili,
  • costi della supervisione – al massimo del 1% del valore dei lavori edili ammissibili,
  • costi dell’acquisto di elementi finiti (acquisto e trasporto) e il loro montaggio;

 

3. Acquisto di macchinari e attrezzatura (con assemblaggio e trasporto):

  • per società grandi solo nuovi, per PMI anche di seconda mano ma prodotti dopo il 31.12.2012.

 

4. Acquisto di investimenti immateriali:

  • include l’acquisto di brevetti, licenze, marchi, know how e know how tecnico non brevettato ma la massimo fino al 20% dei costi ammissibili del progetto.


Il Fondo può finanziare al massimo il 75% dei costi ammissibili del progetto (IVA esclusa).

Data iscrizione nel registro L’importo massimo del prestito in EUR
dopo il 1.1.2015   500.000
prime del 1.1.2015 1.500.000

Condizioni del prestito:

  • tasso di interesse fisso: 0,01% all’anno
  • periodo di restituzione: al massimo 10 anni o al massimo fino al 30.6.2028, inclusi 2 anni di moratoria
  • restituzione del prestito principale: mensile
  • restituzione interessi: semestrale

 

Date per presentare la domanda:

31. 5. 2018, 13. 7. 2018, 31. 8.2018, 28.9.2018 e 31.10. 2018.